Mascherine, ma sono obbligatorie ?, NO !

Italia:
ESISTE il famoso OBBLIGO della MASCHERINA ?
Ripercorriamo fin dall’inizio questo tema: “mascherine” obbligatorie oppure no…? Proviamo a chiarirci le idee !

Nel DL 17 marzo 2020, n. 18 il Governo autorizzava l’uso di mascherine senza marchio CE per i lavoratori.
Le categorie alle quali è richiesto l’uso di DPI sono definite già da tempo e le protezioni richieste per ciascuna classe sono indicate nell’allegato 5 del D. Lgs. 81/2008, che trovate qui:
il DPCM (che non è legge) 26 aprile 2020, parlava di possibilità di imporre l’uso di “mascherine” e/o guanti agli esercizi commerciali (e SOLO a quelli, cioè ai dipendenti, NON ai clienti), “laddove non sia possibile mantenere il distanziamento” (e SOLO in quel caso).
Infine, il 19 maggio esce il DL 34/2020, che, per inciso, recava “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica” (notate come non c’entri proprio nulla con la popolazione circolante?). All’articolo 66 troviamo la seguente modifica all’art. 16 del DL 18: le parole «per i lavoratori» sono sostituite  dalle
seguenti: «per tutti i lavoratori e i volontari, sanitari e no,»;
Ma non è finita qui!
 Il DL 34 viene convertito in legge 77/2020 del 17 luglio.
Purtroppo però, “per motivi di massima urgenza” viene pubblicata in Gazzetta Ufficiale “senza note”, ovvero praticamente solo in forma di allegati, che ne rendono più difficile la lettura.
Finalmente, nel SUPPLEMENTO ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 29 luglio 2020, esce il “testo coordinato” della legge 77.
E qui, cercando faticosamente l’art. 66, possiamo leggere i riferimenti normativi che ci confermano che I LAVORATORI DI CUI AL D. LGS. (cioè quelli E SOLO QUELLI che per leggi già in vigore molto anni prima dell’emergenza, erano obbligati a usare delle protezioni) sono meno protetti perché non è più fatto obbligo al datore di lavoro di fornire mascherine a marchio CE, ma d’ora in avanti andrà bene qualunque schifezza prodotta secondo la regolamentazione “in deroga”. (E conosciamo bene gli scandali che ci sono stati in relazione ai materiali e sostanze chimiche usate!)
A questo punto i giornali hanno bene instillato nella popolazione la convinzione che vi sia un qualunque obbligo non già preesistente e i politici vari rilasciano dirette Facebook e dichiarazioni che, lungi dal chiarire l’equivoco, sbandierano ai quattro venti che “è obbligatoria” una cosa mai vista in nessun atto normativo.
Dopodiché, passa qualche mese e arriviamo al DL 7 ottobre 2020, n. 125 (come crescono i numeri!!), quello in cui il legislatore fa un pò il gioco delle 3 carte e, modificando commi e lettere un po’ alla rinfusa, istituisce l’obbligo di avere con sé un non meglio specificato “dispositivo di protezione delle vie respiratorie” (cioè NON un DPI né, tantomeno, una mascherina… praticamente a livello legale va bene una sciarpa!) e (e qui attenzione!) PREVEDE LA POSSIBILITÀ di renderne obbligatorio l’uso in situazioni specifiche: ovvero quando non sia garantita la condizione di “isolamento” dalle persone non conviventi.
Ragionandoci un momento, in cosa consista questo isolamento ce lo dice non una legge, bensì l’ALLEGATO 1 al DPCM del 4 marzo: “Misure igienico-sanitarie” alla lettera d) mantenimento, nei  contatti  sociali, di   una distanza interpersonale di almeno un metro.

NB. Se qualcuno mi trova un qualunque atto avente “forza di legge” che prevede il rispetto di questa misura igienica, ce lo dica…!

Le mascherine “certifica” NON sono a norma…..tutta la TRUFFA delle Mascherine….tossiche…

————————————————————————————————————–

FINITO obbligo a scuola della mascherina, perché ?
Sentenza del Consiglio di Stato:

Una famiglia ha fatto causa perché il governo ha imposto la mascherina alla loro figlia a scuola.
Gli avvocati sono arrivati al Consiglio di stato e hanno chiesto al governo di :
– Mostrare i  Documenti  Scientifici in base ai quali hanno ordinato questa misura obbligatoria.
Ebbene, dopo 15 giorni il governo NON HA PRESENTATO ALCUN DOCUMENTO alla base del loro provvedimento !
Il tribunale ha richiesto l’immediata cancellazione del provvedimento.
Chiunque potrá usufruire di questa sentenza e liberare i propri figli.
Lascio libero pensiero a ognuno.
ABOLITA LA NORMA CHE PRESCRIVE L’OBBLIGO DELLE MASCHERINE FINO ALLA TERZA MEDIA COMPRESA
Nuove buone notizie dal fronte giudiziario.
Dopo il precedente provvedimento, (che avrei commentato a chiarimento perché aveva creato alcuni equivoci) , che aveva già sanzionato la possibilità di riproporre l’obbligo delle mascherine per i bambini fino a 11 anni durante le ore scolastiche, è stata emessa nei giorni scorsi, la sentenza n.  02102/2021 del TAR del Lazio che è pervenuta ad abrogare integralmente l’art. 1, comma 9, lettera s) del DPCM 3 novembre 2020. Tale norma disponeva che “l’attività didattica ed educativa per la scuola dell’infanzia, il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza, con uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina”.
Essa è stata riproposta negli ulteriori DPCM ed è valevole anche attualmente.
Il primo ciclo di istruzione si articola in due percorsi scolastici consecutivi e obbligatori: 1. la scuola primaria, della durata di cinque anni; la scuola secondaria di primo grado, della durata di tre anni.
In sostanza tutti gli alunni da 6 a 13 sono esentati dall’obbligo e ,visto il provvedimento che statuisce l’ illegittimità integrale della norma, anche durante le ore di ricreazione. La sentenza è immediatamente esecutiva.
Ora è il momento di farla finita anche per gli adulti.

Avv. Mauro Sandri

————————————————————————————————————

Le mascherine non servono, nemmeno in sala operatoria ?

Il dottor Orr, chirurgo a Colchester, lo ha scoperto nel 1980, quando per sei mesi  chirurghi e il personale della sua unità decisero di vedere cosa sarebbe successo se non avessero indossato mascherine durante gli interventi chirurgici.
Hanno scoperto che quando nessuno indossava maschere durante gli interventi chirurgici, il tasso di infezioni delle ferite era meno della metà di quello che era quando tutti indossavano maschere.
La letteratura medica degli ultimi quarantacinque anni ha confermato questa scoperta: le maschere sono inutili per prevenire la diffusione di malattie e, semmai, sono oggetti antigenici che a loro volta diffondono batteri e virus ?
Per questo motivo in alcuni istituti chirurgici della Svezia (es. Karolinska Institute) non si usano più dal 2010 ?
I 20 stati degli Stati Uniti che non hanno mai ordinato alle persone di indossare maschere per il viso all’interno e all’esterno hanno tassi di mortalità COVID-19 drasticamente inferiori rispetto
ai 30 stati che hanno maschere obbligatorie ?
Lo studio del 2020 del CDC americano dice: ‘Sebbene gli studi meccanicistici supportino il potenziale effetto dell’igiene delle mani o delle maschere facciali, non abbiamo trovato prove che le maschere facciali di tipo chirurgico siano efficaci nel ridurre la trasmissione dell’influenza, sia quando indossate da persone infette, che da persone nella comunità in generale, né
dell’igienizzazione per le mani o di una maggiore pulizia ambientale ?
Lo studio sull’uso delle mascherine durante l’epidemia di Covid-19 conferma quanto sopra, e aggiunge: ‘È importante sottolineare che abbiamo trovato prove di una significativa compromissione respiratoria secondaria allo sviluppo di ipercapnia. Solo le persone in buona salute tollerano l’uso della maschera ?
L’ipercapnia è la condizione che si sviluppa in seguito all’inalazione di anidride carbonica, e causa acidosi del sangue ?
Conosci gli effetti dell’ipercapnia ?
Lo sai che è per questo che la sera hai mal di testa? Cerca su Google: “ipercapnia acidosi”, “ipercapnia danni cerebrali”.
L’acidosi e l’ipercapnia sono il microambiente del cancro ?
Secondo te, facendo un rapporto costi-benefici: cosa è maggiore ?

—————————————————————————————————————

Il DPCM NON È  LEGGE !
QUANTO POTERE HA LA TELEVISIONE ???

Per i militari il dovere di disobbedire all’ordine manifestatamente illegittimo è previsto dalla legge 11/07/1978 n. 382 (Norme di principio sulla disciplina militare) che all’articolo 4 stabilisce;

il militare al quale è impartito un ordine manifestatamente rivolto contro le istituzioni dello stato o la cui esecuzione costituisce comunque manifestatamente reato, ha il dovere di non eseguire l’ordine e di informare al piu’ presto i superiori.
La norma è ribadita nell’articolo 25 del Regolamento di disciplina delle forze armate, varato con il D.P.R. numero 545 del 1986.
Questa norma è una chiara esecuzione dell’articolo 52 comma 2 della costituzione, che stabilisce: “l’ordinamento delle forze armate si informa allo spirito democratico della REPUBBLICA”
By Giuseppe Giovan

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del TRUST estero VANOLI G.P. - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

1 Comment

  1. Hello there, I discovered your site by way of Google while looking for a comparable matter, your site got here
    up, it appears to be like great. I have bookmarked
    it in my google bookmarks.
    Hi there, simply turned into aware of your blog thru Google,
    and located that it’s truly informative. I’m going
    to be careful for brussels. I’ll appreciate in case you proceed
    this in future. Many people might be benefited out of your writing.
    Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *